Tipi di legno

Esistono molteplici varietà di legno, da quelli molto morbidi come il legno di balsa e quindi particolarmente adatto al modellismo a quelli più duri come il legno-ferro proveniente dall’America del sud, duro quasi come un metallo. Risulta quindi utile per l’ appassionato imparare a riconoscere il legno in base alle sue caratteristiche e al suo aspetto esteriore in modo da poter scegliere quello che più si adatta alla sua realizzazione. Di seguito una breve descrizione dei più comuni tipi di legno.

L’abete è sicuramente il tipo di legno più comune. Ne esistono di diverse varietà ed ognuno di essi ha un diverso scopo di utilizzo. Ad esempio quello bianco, per la sua caratteristica elasticità, è in genere usato per le intelaiature. L’abete douglas, di colore rossiccio, è invece molto resistente e duraturo e per tale motivo è molto usato in edilizia, soprattutto per infissi e rivestimenti esterni.

La noce è di colore bruno, con venature scure. Non è particolarmente difficile da lavorare, ma è piuttosto duro. È molto resistente ed elastico e questo lo rende molto indicato per mobili di vario genere.

Il faggio presentaun colore giallo rossastro, con struttura regolare, fibra diritta e pori molto piccoli. Anche questo è piuttosto duro e compatto, e si presta a tutti i tipi di lavorazione. Solitamente questo tipo di legno viene utilizzato per realizzare mobili di ogni tipo, pavimenti e rivestimenti di pareti.

Il frassino è un altro legno molto comune, di colore chiaro con leggere venature. È duro, resistente e molto flessibile. È adatto per mobili, impiallacciature ed articoli sportivi (sci).

Il mogano è un legno molto pregiato, presenta un colore rossastro e se esposto all’aria, diventa scuro con dei riflessi; dopo la levigatura diventa molto brillante. È inattaccabile dai tarli e si lavora facilmente; ottimo per mobili e rivestimenti.

 

Autore: Sergio Sicari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *